diabete

Brutta bestia, il diabete, e in pochi conoscono davvero il suo potenziale distruttivo! Mio padre ne convive da una venticinquina d’anni, e lo combatte, da sempre, con le sole pasticche. Meglio avrebbe fatto a curare maggiormente l’aspetto dietetico, considerato i recenti sviluppi… E pure il suo caro medico (quello di famiglia, la loro…) sarebbe stato più accorto a fargli fare gli esami più spesso, e non solo certo della glicemia! Fatto sta che, adesso, c’è da pensare anche all’insufficienza renale… Ieri abbiamo passato la mattina all’Ospedale di PT, nel reparto di diabetologia, a fare una sfilza di esami e controlli, x cominciare il cammino “guidato” lungo questa via, irta di insidie e pericoli veri. M’ha colpito l’interesse che hanno rivolto ai piedi… Qualcosa già sapevo, ma ora ho la certezza che le ns appendici inferiori rivestono un ruolo importantissimo come campanelli d’allarme… C’è da augurarsi che mai si verifichino ulcerazioni… Sarebbe l’inizio della fine, semplicemente, ma in modo ineluttabile! Allora, riassumiamo: analisi complete del sangue e dell’urina, elettrocardiogramma, misurazione glicemia a digiuno e dopo 2 ore dalla colazione (assai frugale), visita (veloce) del podologo, colloquio con la dietologa, controllo oculistico… questo il resoconto della mattinata! C’hanno rifissato l’appuntamento il 03/12 x la visita del medico responsabile e nuovamente della podologa (stavolta approfondita). Avranno gli esami aggiornati e definitivi, e potranno formulare un piano ad oc, farmaci compresi! Gli incontri successivi avverranno nell’unità staccata di San Marcello (evviva!). Nel frattempo dovremo prestare attenzione assoluta all’alimentazione, e compilare un modulo annotandoci (quasi quotidianamente) i rilievi glicemici. Forza pure e… avanti tutta! vs bb 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in pensieri e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a diabete

  1. alby ha detto:

    w si Bruno, nel diabetico i piedi sono importanti da controllare, nella mia vita lavorativa ospedaliera ho visto tanti che per colpa del diabete ci hanno rimesso le cosidette appendici inferiori, si formano delle ulcere che col tempo diventano caverne e si trasformano in cancrene che danno dei danni inreparabili, ma di solito avviene a chi col diabete ha dei livelli alti e quasi in difficolta da controllare anche con medicinali e mettici pure anche che non si curano come dio comanda beh veramente si dice il medico comanda, dai su non credo che tuo padre sia a livelli cosi e poi se pensi l’età non dovrebbe avere di queste consenguenze visto che quelli visti da me erano persone messe bene con i grassi e per di più giovani.
    ciao un abbraccio e mi raccomando sempre alto il morale.

  2. bigbruno ha detto:

    @alby: ciao amicone mio! si dice le combinazioni… giusto dopo aver visitato mio padre è arrivata una signora di un paese vicino al ns, età apparente 80 anni, amputata da poco ad un piede proprio x queste ragioni… ed è in procinto di subirne un’altra più su! come dicevo… l’inizio della fine! madonnina mia… x ora siamo lontani, e di ulcerazioni ai piedi non se ne vedono, ma mi hanno messo una strizza! stai tranquillo, alby… il morale è ragionevolmente buono. il cervellino lavora molto, con obiettiva lucidità, ma senza inutili piagnistei. un abbraccione, bb.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...